Blog post

Tiramisù ricetta classica!

Che dire il tiramisù ricetta classica:uova, zucchero, mascarpone, caffè, savoiardi e cacao amaro in polvere, rigorosamente senza panna, è il mio dolce preferito.

Non vi nascondo, inoltre, che ne sono davvero una grande sostenitrice.

Inoltre, per me il tiramisù ricetta classica, ha anche un significato affettivo.

Ebbene sì, me lo preparava la mamma del mio primo fidanzatino ufficiale. Quello che credi sarà l’amore della tua vita, l’unico insostituibile ed eterno.

Ma, in questo caso, l’unica cosa eterna che è rimasta di quel fidanzatino è stata la ricetta del tiramisù di sua mamma.

Negli anni ho provato anche le infinite varianti che vengono preparate e resto sempre fedele e legata al tiramisù ricetta classica, quello originale.

Lo ho preparato per questa Pasqua, non solo perché lo desiderassi tantissimo ma, anche perché sono stata stimolata dalla challenge #laricettacheunisce lanciata da@lacucinaitaliana.

Il risultato? Strepitoso!!!

Tiramisù ricetta classica

Uova 3

zucchero integrale di canna 100 gr.

sale 1 pizzico

mascarpone a temperatura ambiente 500 gr.

savoiardi 1 confenzione

cacao amaro q.b.

caffè 3/4 di litro

Brandy (facoltativo) quantitativo a piacere da aggiungere al caffè.

Preparazione:

Prima di iniziare la preparazione del tiramisù ricetta classica tenere il mascarpone fuori dal frigorifero almeno un ora prima, deve essere molto morbido per essere utilizzato.

Preparare il caffè e versarlo in una bowl per farlo intiepidire, una volta intiepidito immergere i savoiardi, uno alla volta, e andateli sistemando in una pirofila.

Io li metto a spina di pesce e faccio uno strato unico, sopra al quale poi andrò a versare la mia crema.

tiramisù come assemblare i savoiardi

Chi volesse fare il doppio strato dovrà raddoppiare la dose della crema ed utilizzare una pirofila più profonda.

Il caffè non va zuccherato perché, secondo me,  si deve sentire il contrasto tra il dolce della crema e l’amaro dei savoiardi imbevuti di caffè.

In una terrina montare, con il frustino elettrico, i tuorli con lo zucchero finché non si formino delle bolle.

In un altra terrina montare gli albumi a neve con un pizzico di sale.

Aggiungere, poco alla volta, ai tuorli già montati il mascarpone. Incorporarlo delicatamente, prima di aggiungere l’altro, utilizzando il frustino elettrico al minimo o la frusta a mano.

Una volta incorporato tutto il mascarpone, ed amalgamato bene il composto, iniziare ad aggiungere gli albumi montati a neve, poco alla volta, utilizzando una paletta di legno o un leccapentole.

Accertarsi che tutti gli ingredienti siano ben amalgamati durante le diverse  fasi. A questo punto la crema è pronta.

Versare la crema in maniera uniforme sui savoiardi precedentemente assemblati nella pirofila.

Se si volessero fare due strati alternare lo strato dei savoiardi con la crema e sull’ultimo strato di crema spolverare il cacao amaro.

tiramisù ricetta classicaAppena pronto spolverare con il cacao amaro, coprire con la pellicola trasparente e lasciar riposare in frigorifero.

Consigli:

Il caffè non va zuccherato perché, secondo me, si deve sentire il contrasto tra il dolce della crema e l’amaro dei savoiardi imbevuti di caffè.

Controllate che i savoiardi, una volta imbevuti di caffè, siano morbidi al cuore. Dosate bene il caffè non deve esserci liquido presente nella pirofila.

Il cacao amaro va spolverato utilizzando un colino a grana fine.

Lo zucchero bianco è quello che viene utilizzato nella ricetta classica, io lo ho sostituito con lo zucchero integrale di canna perché meno dannoso per l’organismo ( anche se sempre di zucchero si tratta) ed il risultato non è cambiato.

Quando incorporate le diverse preparazione siate delicati ma veloci.

Di sicuro nel tiramisù, a differenza di altre preparazioni dolciarie come le crostate ad esempio, è , a parer mio, assolutamente vietato sostituire lo zucchero con malto d’orzo o altri sostituti dello zucchero, ne rovinerebbe il gusto e non potremmo più parlare di tiramisù.

Per quanto riguarda il Brandy, esso era assente nella ricetta originale ed io non lo utilizzo.

Come servire:

Uscire il tiramisù ricetta classica dal frigorifero un quarto d’ora prima di servire.

Bon appétit!

By Rossella Ardizzone

Architetto con la passione per il cibo e la musica, ogni tanto mi diletto a lasciar cadere un po’ di inchiostro su un foglio bianco e qualche colore su una tela.
Il mio sogno oggi?
Diventare una Blogger per passione.
Perché blogger? Perché amo scrivere.
Perché per passione? Perché la passione è il motore della mia vita.

Previous Post

Next Post

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *