Blog post

La Pasta con le sarde

La pasta con le sarde non ha rivali nella tradizione culinaria italiana.

Tipico piatto della tradizione siciliana, la pasta con le sarde, purtroppo ai giorni nostri non è facile da mangiare nei ristoranti.

Non perché non la troviate, anzi, ma perché gustare questo piatto cucinato in maniera veramente gustosa e rispondente al vero sapore della ricetta, è veramente raro.

Gli intenditori sono coloro che hanno questo piatto nel sangue, sono coloro che sono cresciuti mangiando la pasta con le sarde e che ne colgono le sfumature uniche ed inebrianti.

Ma sono anche coloro che non hanno tradito la qualità per varie motivazioni.

Tutti gli ingredienti per la preparazione della pasta con le sarde, sono fondamentali ma, la scelta del finocchietto deve essere molto attenta, quando lo scegliete non basta solo odorarlo ma con l’unghia dovete spezzare il gambo per sentirne l’aroma e, con i polpastrelli sfregare la barbetta per far sì che si sprigioni quel profumo tipico del finocchietto.

Le sarde…fresche, assolutamente fresche. In Sicilia il pescivendolo ve le pulisce cosa molto poco comune a milano.

Ma pulire le sarde non è affatto difficile a meno che, non vi dia proprio fastidio l’idea.

Ingredienti per 4 persone

Bucatini di grano duro gr. 320

Finocchietto selvatico 6 mazzi

Acciughe sott’olio gr. 50

Sarde gr. 250

Cipolla 1

Aglio 1 spicchio

Uva sultanina gr. 25

pinoli gr. 25

Mandorle tostate 15

Vino bianco 1/2 di bicchiere

Concentrato di pomodoro 1/2 cucchiaio

Olio Evo 1/2 bicchiere

sale q.b.

pepe nero q.b.

Pangrattato tostato

Procedimento:

Cuocere i finocchietti, dopo averli puliti e lavati, in acqua bollente e salata per 15/20 minuti. Scolarli e tritarli al coltello. Metterli in una padella antiaderente a fuoco vivo finché non si sarà asciugata tutta l’acqua, trasferirli in un piatto.

Conservare l’acqua di cottura dei finocchietti.

Nella stessa padella versare l’olio insieme ai finocchietti e farli friggere a fuoco alto, trasferirli in un piatto.

Una volta tolti i finocchietti aggiungere dell’olio, la cipolla a fette, l’aglio intero e far soffriggere sino a quando la cipolla non sarà imbiondita, a quel punto aggiungere il vino e farlo evaporare.

Aggiungere le acciughe s farle sciogliere a fuoco medio, aggiungere le sarde e sminuzzarle con un cucchiaio di legno.

Aggiungere il concentrato di pomodoro, incorporarlo al condimento e far cuocere il tutto a fuoco medio/basso per 5 minuti o non appena si sia formata una salsetta omogenea.

A quel punto aggiungete i finocchietti, due mestoli di acqua di cottura degli stessi, il pepe, l’uva sultanina, i pinoli interi e fate cuocere a fuoco lento con il coperchio sollevato per 15 minuti.

Togliete dal fuoco ed aggiungete le mandorle tritate grossolanamente al coltello.

Cuocere  i bucatini nell’acqua di cottura dei finocchietti, non appena pronti versateli nella padella con il condimento aggiungendo un mestolo scarso di acqua di cottura mantecate a fuoco vivo.

Fate attenzione alla salatura dell’acqua e all’aggiunta di sale nel condimento poiché sia le acciughe che le sarde sono salate.

Vi prego non spezzate i bucatini, il condimento per la pasta con le sarde vi ringrazierà.

Come servire

La pasta con le sarde va servita con del pangrattato tostato. La preparazione è molto semplice.

Mettete in una padella antiaderente 5 cucchiai di pangrattato versatevi un filo d’olio evo, sale e pepe nero macinato fresco tostate a fuoco medio finché non raggiunge un colore brunito.

Per i più golosi, come me, suggerisco di aggiungere al pangrattato da tostare un acciuga che si scioglierà durante la tostatura e conferirà un sapore più intenso al piatto.

Bon appétit!

By Rossella Ardizzone

Architetto con la passione per il cibo e la musica, ogni tanto mi diletto a lasciar cadere un po’ di inchiostro su un foglio bianco e qualche colore su una tela.
Il mio sogno oggi?
Diventare una Blogger per passione.
Perché blogger? Perché amo scrivere.
Perché per passione? Perché la passione è il motore della mia vita.

Previous Post

Next Post

1 comment

  • Gisella Ardizzone

    Aprile 12, 2020 at 5:04 pm

    Con i finocchietti dell’Eolie naturalmente😘

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *